Corso Online Guida Turistica Nazionale per l'esame nella Regione Lazio

Corso online suddiviso in aree tematiche e moduli acquistabili singolarmente per chi vuole conseguire l’abilitazione all’esercizio dell’attività di guida turistica e inoltre approfondire la conoscenza sulla Regione Lazio, o per le guide già abilitate in altre Regioni che vogliono lavorare a Roma e nel Lazio. Iscriviti alla newsletter del sito o alla pagina Facebook del corso per restare aggiornato sull'uscita delle lezioni e degli esami di abilitazione! Inoltre per gli iscritti al corso vi è la possibilità di iscriversi ad un gruppo Facebook di supporto allo studio, per confrontarsi, approfondire, esercitarsi con quiz e ricevere sconti sull'acquisto di altri moduli. 

PRIMA LEZIONE DI PROVA GRATUITA PER OGNI MODULO
DISPENSE SCARICABILI

Clicca sul titolo del Modulo per procedere all'acquisto:
- I Modulo, "Economia del Turismo"
- II Modulo, "Il turismo e le sue forme"
- III Modulo, "Imprese e professioni turistiche"


La guida turistica accompagna persone singole o gruppi nelle visite ad opere d’arte, musei, gallerie, scavi archeologici fornendo spiegazioni storico-artistiche e informazioni sulle varie attrattive: monumentali, paesaggistiche e naturali.

Facciamo un po' di chiarezza sulla situazione normativa...

A seguito della entrata in vigore, il 04/09/2013, della LEGGE 6 agosto 2013, n. 97 Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea - Legge Europea 2013. (13G00138) (GU Serie Generale n.194 del 20-8-2013) l'abilitazione alla professione di guida turistica è valida su tutto il territorio nazionale. La legge che doveva regolamentare la professione in Italia è stata più volte formulata e bloccata, determinando un blocco delle abilitazioni che dura da 10 anni. Nel frattempo è stata comunque riconosciuta la validità a livello nazionale dell'abilitazione già conseguita

L'attuale Ministro del Turismo ha finalmente elaborato un Disegno di Legge approvato a Luglio 2023 in CdM, che diventerà legge effettiva entro il 30 giugno 2024. Secondo tale Disegno di Legge, per partecipare all'esame di abilitazione, bisognava tra l'altro essere in possesso di una laurea triennale ovvero una laurea specialistica, magistrale o del vecchio ordinamento; aver conseguito le certificazioni della conoscenza di almeno due lingue, una di grado non inferiore al livello di competenza C1 e l’altra di grado non inferiore al livello di competenza B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue, rilasciate da enti certificatori di lingue straniere formalmente riconosciuti e, per i cittadini di un altro Stato A.S. n. 833 Articolo 4 24 appartenente o non appartenente all’Unione europea, aver conseguito una certificazione di conoscenza della lingua italiana in un grado non inferiore al livello di competenza C1 del citato Quadro, rilasciata da enti certificatori riconosciuti, fermo restando l’accertamento delle competenze linguistiche in sede di esame di abilitazione.

ATTENZIONE, AGGIORNAMENTO DI APRILE 2024:  La Commissione Europea ha richiesto la modifica di alcuni passaggi importanti della Legge sulla Guida Turistica pubblicata a dicembre 2023, in quanto ha valutato l'inserimento di alcuni requisiti troppo restrittivi.

Ecco cosa cambierà:

- Accesso alla professione con il diploma di scuola superiore.

- Una sola lingua straniera richiesta in sede d'esame.

- Nessuna assicurazione R.C. obbligatoria.  

Per gli esami si prevede una cadenza almeno annuale, e che siano indetti dal Ministero del turismo e consistano nello svolgimento di una prova scritta, una prova orale e una prova tecnico-pratica riguardanti, oltre all’accertamento delle competenze linguistiche, le materie di storia dell’arte, geografia, storia, archeologia, diritto del turismo, accessibilità e inclusività dell’offerta turistica, fatte salve le ulteriori materie d’esame la cui individuazione, ai sensi del comma 3, è demandata ad un decreto del Ministro del turismo, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.  Agli iscritti nell’elenco nazionale è consentito l’esercizio della professione di guida turistica in tutto il territorio nazionale ed è rilasciato dal Ministero del turismo un tesserino personale di riconoscimento, munito di fotografia, numero di iscrizione e relativo codice univoco di identificazione, da esibire durante lo svolgimento della professione. L’articolo 7 prevede che le guide turistiche iscritte all’elenco nazionale possano acquisire specializzazioni, tematiche e territoriali, mediante la partecipazione a corsi autorizzati dal Ministero del turismo. Il superamento dei corsi di specializzazione consente l’iscrizione in apposite sezioni dell’elenco nazionale. Le guide turistiche sono poi tenute a frequentare, con cadenza almeno triennale, corsi di aggiornamento autorizzati dal Ministero del turismo.

Il corso, non ufficiale, è realizzato basandosi sugli standard degli esami precedenti nelle diverse Regioni e seguendo quanto stabilito dalla nuova legge, mescolando una preparazione globale, sull'intera Italia, ad una preparazione locale, sulla Regione Lazio e sulla città di Roma

 

Il programma del corso (videolezioni + dispense): 

Le lezioni saranno caricate sulla piattaforma Udemy, alla quale lo studente dovrà gratuitamente iscriversi; il prezzo di ogni modulo è di 34,99 euro.

Per qualsiasi altra informazione si può scrivere a info@lunadelconte.it o WhatsApp 3349270592

 


Facebook Instagram